sabato 10 luglio 2010

Co-creazione e social packaging


Dopo aver parlato del prezzo, Mr. White ha proseguito la sua presentazione (vedi "Il marketing è morto", morte del marketing e terapie d'urto per la ripresa) spostandosi sull'evoluzione del prodotto, come leva del marketing mix.

Il principale terreno di sfida per quanto riguarda la leva del prodotto è quello della co-creazione con i propri clienti: gli utenti vengono inclusi nello sviluppo stesso del prodotto.
Parlando di User Generated Product probabilmente non vi dico niente che già non sappiate. Il caso più noto e più utilizzato in letteratura è quello di Threadless, azienda dinamica che coinvolge i propri utenti nello sviluppo e nella scelta del design delle proprie magliette. Ecco un video che ne spiega il funzionamento:


Oltre al prodotto vero e proprio, la tendenza della co-creazione si estende anche al packaging. Innocent Drinks, azienda che produce bevande di vario genere, ha sperimentato la possibilità di personalizzazione delle etichette da parte degli utenti ottenendo, pare, un discreto successo.

Campagna pubblicitaria Pepsi Raw
Un'altra tendenza interessante è quella del Social Packaging, come nel caso di Pepsi Raw, la cui bottiglia permette di comunicare via twitter (no, non proprio come immaginate voi: la bottiglia NON si connette ad internet!).

Anche in questo caso, dove attraverso la confezione si cerca di creare comunicazione tra i consumatori, il principale beneficio deriva dal coinvolgimento.
Coinvolgimento del consumatore in qualcosa che va oltre il mero prodotto fisico, stimolando un senso di comunità tra gli utenti ed aumentando il valore percepito.

Bene, anche per quanto riguarda il prodotto ho terminato la breve presentazione della visione di Mr. White sulle prospettive future del marketing. Presto arriveranno le due p mancanti, 'placement' e 'promotion'...

blog comments powered by Disqus