lunedì 14 gennaio 2019

Black Mirror + Netflix = Bandersnatch | Qualità batte quantità

Quante volte abbiamo sentito dire che la qualità è meglio della quantità?

Ormai tutte le aziende puntano alla qualità o, almeno, è quello che vogliono farci credere. Sono poche le aziende in grado di soddisfare i nostri bisogni o desideri, e non parlo del bisogno materiale, ma di quello spirituale. Un’azienda che dice di prediligere la qualità non vende solo un prodotto, ma anche emozioni, intuizioni ed affetti.


C’è un’azienda che in questi anni ha avuto un grande successo: Netflix. Quest'azienda è riuscita a spopolare osservando e ascoltando semplicemente i desideri delle persone. Infatti, non vende solo cataloghi di film e serie tv, ma vende soprattutto emozioni e divertimento, e direttamente a casa!

Inizialmente Netflix era partito con oltre 8.000 titoli, tra film e serie, per poi diminuire; e qui c’è da domandarsi il perchè. La risposta la si può dare con la famosa frase “qualità batte quantità”, l’azienda ha difatti deciso di puntare sulle sue produzioni originali.
Dopo essere partiti con un catalogo vastissimo, l'azienda ha capito quali sono i contenuti che fanno la differenza dal punto di vista della percezione e ha deciso di puntare proprio su quelli. Le produzioni originali di Netflix infatti hanno finora trovato riscontri quasi sempre positivi.
Si parla di effetto "coda lunga", lo stesso che ha permesso ad Amazon di diventare uno dei leader mondiali nella vendita di libri online.
Bandersnatch- Black Mirror- Netflix

Per farvi capire quanto Netflix ci tenga alla qualità e a soddisfare i bisogni spirituali dei suoi clienti, il 28 Dicembre ha aggiunto al suo catalogo “Bandersnatch”, un film interattivo della nota serie Black Mirror.
In Bandersnatch è lo spettatore a decidere le azioni del protagonista. Durante il film vengono più volte fornite 2 opzioni. Ognuna delle scelte avrà delle conseguenze sulla trama, portando di volta in volta ad un finale estremamente diverso (12 varianti).

--
Contenuto redatto da Michelle Bilbao nell'ambito del corso di Marketing alla LABA, Libera Accademia di Belle Arti di Brescia.


blog comments powered by Disqus